martedì 11 luglio 2017

Teaser Tuesday #4.

Buon pomeriggio readers!
Visto che oltre a riattivare il blog con alcune recensioni voglio riprendere anche le vecchie abitudini, eccomi qui con un nuovo appuntamento con la rubrica del Martedì. ovvero...


Le regole di questa rubrica settimanale sono molto semplici:
  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.

Pag. 165

Romanov era compiaciuto. "A volte. Le piace?"

"Mia madre aveva un debole per Brubeck"

"Ho conosciuto Dave a San Francisco. Un tipo molto alla mano, dopo il recital siamo dinito nello stesso locale, abbiamo chiacchierato per ore."
Alva mi lanciò una rapida occhiata. "Devi sapere che Sasha l'ha inseguito a mo' di stalker per tutti gli anni Sessanta. Gli è andato dietro di concerto in concerto, finchè ad un certo punto, per compassione, Brubeck gli ha parlato cinque minuti."
Romanov poggiò una mano sulla sua."Non sono più capace di far colpo su di lei. Le offro Dave Brubeck, ma le pretende sempre di più."
Alva, divertita, gli accarezzò il dorso della mano. Mi faceva male, quel loro scambio di sguardi intimi. Mi faceva male vedere come Alva apprezzasse il modo di fare di lui, quel suo sorriso enigmatico, quasi fosse il solo a cogliere un lato spassoso che però teneva tutto per sè. Mi immaginai gli anni felici che doveva aver trascorso con lui. All'inizio, forse, ancora scostante, e poi,a poc a poco, fissa al suo fianco. Una volta Alva mi prestava spesso i libri di Romanov. Alvuni ssaggi erano sottolineati, trattavano della morte di suo padre o della paura devastante di non poter essere felici. E tuttora lo ammirava, era chiaro.

/Mizuki

Nessun commento:

Posta un commento